Zincatura elettrolitica

zincatura elettrolitica
trattamento pezzi in metallo, zincatura torino

Attualmente la direttiva RAEE prevede un limite massimo di cromo esavalente e quindi le passivazioni sono a base di cromo trivalente eventualmente con additivi vari per far assumere il colore richiesto. Per tradizione vengono ancora richieste le colorazioni gialle e nere ma sono inutili e spesso controproducenti in quanto potrebbero apparire più facilmente difettosità estetiche (non funzionali) che rendono il particolare meno gradevole; è bene ricordare che lo zinco NON è un trattamento estetico, se serve un trattamento estetico di colore giallo bisogna fare l’ottonatura mentre per il nero bisogna adottare il nichel nero o il cromo nero.

Nel tempo sono state sviluppate varie tipologie di soluzioni passivanti che riducevano l’aggredibilità dello strato di zinco e di conseguenza migliorando la resistenza a corrosione.
Le passivazioni una volta erano a base di cromo esavalente ed il colore era anche funzione della quantità di cromo assorbita (ovviamente erano formulazioni differenti che fornivano il colore richiesto; lo strato non assumeva il colore prima bianco poi giallo ed infine nero).
Lo zinco viene usato per preservare i particolari dalla corrosione; essendo un materiale sacrificale impedisce la corrosione del materiale sottostante (lega ferrosa) ossidandosi, teoricamente anche una minima traccia di zinco su un particolare impedisce l’ossidazione del materiale base.
Share by: